un modello integrato per un Disease Mapping di precisione negli animali da reddito - un progetto in Basilicata
il:venerdì 20 settembre 2019

In ambito zootecnico - sanitario e attività correlate, l’interesse verso la conoscenza del territorio e delle sue caratteristiche è sempre crescente, per la consapevolezza della variabilità̀ esistente tra le diverse aree geografiche in funzione di aspetti ambientali, socioeconomici, demografici e per la necessità di una programmazione locale sempre più̀ aderente a tali peculiarità̀. In questo ambito i sistemi Informativi Territoriali, comunemente denominati GIS, hanno un ruolo preminente.

Le informazioni gestite all’interno di questi sistemi possiedono una componente spaziale, cioè di una localizzazione univoca all’interno di uno spazio geografico, il che rende possibile la visualizzazione dei fenomeni di interesse zootecnico - sanitario che si svolgono all’interno dei territori di competenza attraverso mappe, e quindi mappe sanitarie (Disease Mapping) che ne rendono estremamente esemplificata la lettura e l’interpretazione.

A tale fine la tecnologia ha permesso, nell’ultimo decennio, una rapida evoluzione di strumenti che analizzano i dati in funzione della geografia; tali sistemi si stanno avvicinando sempre più̀ all’utente con competenza informatica media, rispetto alle prime applicazioni che prevedevano grandi capacità di elaborazione e conoscenze sofisticate.

L’attuale progresso tecnologico dei sistemi di telerilevamento, la disponibilità̀ di cartografie digitalizzate, la nascita di nuovi linguaggi informatici, la diffusione delle reti a banda larga, consentono una maggiore accessibilità e un utilizzo esteso dei sistemi informativi geografici anche nella gestione zootecnica e sanitaria del territorio.

Caratteristica di base dei GIS è quella di integrare dati provenienti da molteplicità di fonti, pertanto più accurati e numerosi sono i dati, più precise e accurate sono le innumerevoli analisi.

Il presente Meeting, dopo la illustrazione generale dei GIS e le strategie innovative per un Disease mapping di precisione (cos’è e come funziona un GIS, le applicazioni dei GIS ai temi di zootecnia e di sanità, gli esempi di Health-GIS già realizzati nel mondo, ecc.), ne focalizza gli aspetti applicativi presentando e discutendo i risultati di un importante progetto svolto su tutto il territorio della Regione Basilicata, basato su un modello di intervento integrato che ha visto la stretta collaborazione tra allevatori, la loro associazione di categoria (Associazione Regionale Allevatori), l’Università degli Studi di Napoli con il CREMOPAR e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche “Togo Rosati”.

Il progetto ha avuto l’obiettivo primario di delineare un ampio e completo quadro sanitario dei ruminanti di tutta la regione, indagando sugli aspetti eziologici ed epidemiologici delle infezioni da virus, batteri, protozoi, elminti e artropodi,

Le attività di progetto, che hanno richiesto l’intervento di oltre 90 professionisti tra ricercatori, tecnici ed operatori sul territorio, tutti di elevato profilo professionale, sono state svolte nell’arco di un triennio e hanno interessato oltre il 60% della popolazione di interesse dell’Associazione, per un totale di 464 allevamenti bovini (9.280 capi), 779 allevamenti ovini (15.580 capi) e 75 allevamenti caprini (1.500 capi). In ciascun allevamento è stato fatto uno screening per 22 patogeni per i bovini, 27 per gli ovini e 20 per i caprini, georefenziando, per ogni allevamento, tutti i patogeni rilevati.

Il tutto ha consentito di acquisire una quantità di dati moto robusta, inseriti all’interno di un GIS, e utilizzati per elaborare un Disease Mapping di precisione dell’intera regione.

Il progetto ha anche validato un modello integrato e innovativo di monitoraggio delle principali patologie a carattere trasmissibile sull’intero territorio regionale lucano, finalizzato ad una loro conoscenza epidemiologica approfondita e georeferenziata, base essenziale per la definizione di adeguate misure di controllo. I dati hanno anche permesso di valutare, in maniera ancora più oggettiva, l’impatto economico che grava attualmente sulle aziende a causa delle problematiche sanitarie.

Complessivamente il modello di intervento presentato dimostra come, attraverso un’azione diagnostica integrata e diffusa sul territorio, il coinvolgimento di tutte le figure operative, sia possibile raccogliere informazioni attendibili, e avvalendosi di strumenti epidemiologici avanzati, è possibile pianificare e realizzare interventi di prevenzione e controllo mirati e molto efficaci e, con questo, offrire un sostegno effettivo e significativo alla capacità produttiva di un settore chiave dell’economia della regione Basilicata.

Tuttavia, nonostante i notevoli sviluppi raggiunti e le grandi potenzialità dei GIS, tali sistemi sono poco utilizzati nell’ambito dei programmi a gestione zootecnica e sanitaria nel nostro Paese.

Alcune applicazioni sono presenti in istituzioni o gruppi di ricerca, noi ci auguriamo che questo progetto realizzato in Basilicata possa essere di interesse per lo sviluppo di un comune sistema informativo zootecnico-sanitario interregionale, o meglio se nazionale.

4,0

crediti

ECM

stato:

Erogato da Inviare

dura ore:

4
Prenotati..


Segreteria
Fondazione Anthea - sede campania
Indirizzo: Via P. Vivenzio, 7 - 80035 Nola (NA)
Tel: 0818231562
Fax: 09714749814
Mail: sedecampania@fondazioneanthea.it
Web: www.fondazioneanthea.it
Si terrà presso \
Sede:
Mulino Alvino
Indirizzo:
Via San Vito - 75100 MATERA (MT) Matera



Sessioni in cui il corso è suddiviso

Sessioni Obbligatorie

Sessione Unica

da venerdì 20 settembre 2019 alle 16.00 a venerdì 20 settembre 2019 alle 20.00
Sede: Mulino Alvino
Via San Vito, 75100, Matera

NOTA: ai fini dell'ottenimento dei crediti formativi previsti, sussiste l'obbligatorietà di frequenza a tutte le SESSIONI.



Relatori

Responsabili Scientifici

CRINGOLIGiuseppeA.O. G. Rummo - Benevento

Relatori e Moderatori

BOSCOAntonioCentro REgionale MOnitoraggio Parassitosi Animali da Reddito - Eboli (SA)
CALBIAugustoAssociazione Italiana Dirigenti Aziende Zootecniche
MUSELLAVincenzoUniversità degli Studi di Catanzaro "Magna Graecia"
PESCACristinaIZS Umbria e Marche
News
Non ci sono elementi da visualizzare.